AT-TARGET-IT: gli inibitori di PCSK9 nel real world italiano


Pasquale Perrone Filardi e Christian Basile
Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate, Università degli Studi di Napoli Federico I
I

Introduzione

L’ipercolesterolemia rappresenta uno dei principali fattori di rischio modificabili per lo sviluppo e la progressione della malattia aterosclerotica coronarica e periferica (1). Le più recenti linee guida sulle dislipidemie (2) raccomandano target di colesterolo LDL molto stringenti, difficilmente raggiungibili con la sola terapia statinica. Gli inibitori di PCSK9 (PCSK9i) sono prescritti in associazione o in alternativa a statine ed ezetimibe per il trattamento delle dislipidemie, in prevenzione primaria e secondaria, portando ad un migliore raggiungimento dei target desiderati in diverse categorie di pazienti.

I grandi trials clinici dimostrano la straordinaria efficacia della terapia con PCSK9i (3) (4); tuttavia, pochi dati sono attualmente disponibili sull’aderenza e la persistenza alla terapia con PCSK9i nel mondo reale e sulle variazioni della concomitante terapia ipocolesterolemizzante cui vanno incontro i pazienti durante il trattamento.

Dura Lex sed Lex - Accesso riservato

Questa pagina è visualizzabile solo da personale medico…. La norma prescrive che vi sia un filtro per le pagine contenenti dati su cure, indicazioni terapeutiche o contenuti simili. Iscriviti gratuitamente oppure, se già iscritto effettua il log in per leggere il resto del contenuto.

Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.