Uso dei sistemi innovativi senza combustione: una buona idea?

Un’analisi degli studi a disposizione

Dott. Gabriele Catena
Direttore Cardiologia Territoriale ASL 4 Teramo
Past president nazionale SISMED

Il medico ed il paziente

Medico: “ormai fuma da molti anni, è arrivato il momento di discutere dei rischi legati al fumo per la sua salute. Smettere di fumare può migliorare notevolmente la sua qualità di vita e ridurre il rischio di gravi problemi di salute.”
Paziente: “Sì, dottore, ne sono consapevole, ma fumo almeno da quando avevo 18 anni, ora ne ho 50. Non credo di poter smettere in questo momento. Il fumo è stato il mio modo di gestire lo stress per così tanti anni. È difficile immaginare come affrontare la vita senza le sigarette.”
Medico: “Comprendo che il fumo sia stato un modo per affrontare lo stress, ma ci sono alternative più salutari per gestirlo. Inoltre, smettere gradualmente può aiutare ad attenuare l'ansia legata all'astinenza. Vorrei che considerasse seriamente questa opportunità per migliorare la sua salute.”
Paziente: “Lo prenderò in considerazione, dottore, ma sarà difficile.”
Questo dialogo è frutto dell’immaginazione, ma quante volte nella nostra professione ci è capitato di dover affrontare questo tipo di discorso nei confronti di un paziente fumatore? E quante volte, pur elencando al paziente i problemi alla salute che il fumo può causare, non siamo riusciti a sortire l’effetto desiderato?

I dati del fumo

Negli ultimi decenni, grazie a sforzi di prevenzione, campagne anti-fumo, normative più rigorose e, solo per ultimo, una maggiore consapevolezza dei rischi del fumo, il numero di fumatori in Italia e in molti altri paesi è notevolmente diminuito: le stime attuali mostrano una percentuale molto più bassa di fumatori rispetto agli anni '90, quando circa il 33-35% degli adulti italiani fumava regolarmente. Oggi fuma il 20,5% della popolazione italiana sopra i 15 anni, mentre su un campione di 8.755 studenti Il 36,6% degli studenti nella fascia di età 14-17 anni e il 9,6% tra 11 e 13 anni consumava almeno un prodotto tra sigaretta tradizionale, e-cig o tabacco riscaldato[1].

Dura Lex sed Lex - Accesso riservato

Questa pagina è visualizzabile solo da personale medico…. La norma prescrive che vi sia un filtro per le pagine contenenti dati su cure, indicazioni terapeutiche o contenuti simili. Iscriviti gratuitamente oppure, se già iscritto effettua il log in per leggere il resto del contenuto. Se questo messaggio dovesse apparire anche dopo aver effettuato il login, sarà semplicemente necessario aggiornare la pagina e sarà completamente visibile