Effetti di metformina vs glipizide sugli eventi cardiovascolari in pazienti con diabete mellito di tipo 2 e coronaropatia

Fonte: Diabetes Care 2012; doi: 10.2337/dc12-0719.

Questi autori hanno paragonato gli effetti a lungo termine di glipizide e metformina sui maggiori eventi cardiovascolari in soggetti diabetici di tipo 2 e patologia coronarica (CAD). In questo studio multicentrico, randomizzato in doppio-cieco, placebo-controllato, sono stati arruolati 304 pazienti diabetici con CAD, con un’età media di 63.3 anni (intervallo 36-80 anni). I soggetti sono stati randomizzati a glipizide (30 mg al giorno) o metformina (1.5 g al giorno) per 3 anni. L’obiettivo primario è stato valutare la ricorrenza di eventi cardiovascolari, inclusa la morte per cause cardiovascolari, morte per ogni causa, infarto miocardico non fatale, ictus non fatale o rivascolarizzazione. Alla fine dello studio, entrambi i gruppi hanno avuto una significativa riduzione dei livelli di emoglobina glicata (7.1% nel gruppo trattato con glipizide e 7.0% nel gruppo trattato con metformina). Dopo un periodo osservazionale di 5.0 anni, 91 soggetti hanno sviluppato 103 eventi. Un’analisi dei dati ha mostrato un hazard ratio (HR) di 0.54 (95% CI 0.30-0.90; p=0.026) per eventi cardiovascolari compositi tra i soggetti che hanno ricevuto metformina rispetto a glipizide. Il trattamento con metformina ha sostanzialmente ridotto gli eventi cardiovascolari maggiori rispetto a glipizide, indicando un potenziale beneficio di metformina sugli eventi cardiovascolari in pazienti ad alto rischio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di profilazione. Continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookies esclusivamente per finalità statistiche. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi