Giornate Adriatiche di Scienze Mediche 2024

Già XXIV Giornate Adriatiche di Cardiologia

Giulianova Lido, Grand Hotel Don Juan, 24-25 Maggio 2024
Evento ECM 3293-411226 – 11 Crediti ECM

Clicca qui per scaricare la Brochure del Convegno
Clicca qui per iscriverti al Congresso ed al Corso Bedside non ECM

Rationale Scientifico

Le “Giornate Adriatiche di Scienze Mediche” si propongono, anche quest’anno, di proseguire nel filone di aggiornamento che cerca di coniugare l’approfondimento e l’incontro tra le varie tematiche internistiche e cardiologiche di più vasto impatto epidemiologico, economico e sociale, proponendo elementi di dibattito e condivisione tra specialisti e medici di Medicina Generale.

Per far ciò, le tematiche del Congresso abbracceranno una serie di argomenti che vanno dalle patologie vascolari alle malattie immuno-reumatologiche fino al diabete ed alle più frequenti patologie di carattere metabolico (diabete e dislipidemie) e cardiologico (ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica e scompenso cardiaco) con i risvolti che le stesse hanno, tra loro, in comune.

Il Congresso è ideato e strutturato per proseguire idealmente nel filone di aggiornamento (ormai ultra- ventennale) che cerca di coniugare l’approfondimento teorico con la gestione pratica della professione medica, proponendo elementi di dibattito e condivisione tra specialisti e medici di Medicina Generale. Un primo fine di questo convegno è quindi quello di fornire un aggiornamento pratico, utile e condiviso, tra il cardiologo, l’internista ed il medico di Medicina Generale.

In questo contesto, la Cardiologia e le varie branche della Medicina Interna devono divenire alleate nella gestione del paziente, abbandonando i vecchi schemi ed abbracciando una visione olistica. 

La pubblicazione di Linee Guida continua a ritmo impressionante, ed è difficile non soltanto conoscerle in modo approfondito, ma anche essere adeguatamente informati della loro esistenza e dei loro continui aggiornamenti. Il controllo della spesa sanitaria rende obbligatoria una maggiore attenzione nelle scelte terapeutiche, al fine di ridurre l’impatto economico e clinico-gestionale delle patologie a più elevato impatto epidemiologico.

Ciò è in linea con la filosofia SISMED, che si propone di favorire lo scambio culturale ed il confronto costruttivo tra specialisti insieme al Medico di Medicina Generale.

Tuttavia, il necessario  presupposto per attuare questa visione è “riconoscere il problema” condividendone insieme l’importanza ma al tempo stesso sviscerandolo lungo le sue molteplici sfaccettature, per poi “proporre la soluzione”, possibilmente anch’essa condivisa, che può scaturire dal “contributo” delle varie figure professionali. È difatti ben noto come i pazienti siano sempre più complessi, sovente anziani, ed affetti da comorbilità multiple che si complicano e si rafforzano spesso vicendevolmente rendendone complessa anche la gestione, che coinvolge non raramente multiple figure specialistiche.

Il principale pericolo è quindi quello di “spezzettare” il paziente in tanti problemi clinici che possono venire affrontati singolarmente, perdendo di vista proprio il fine ultimo del nostro operato, il paziente stesso.

Programma dell’Evento