Che cos’è l’insufficienza cardiaca?

image_pdfSalva in PDF

Per insufficienza cardiaca si intende l’incapacità del cuore di pompare un adeguato apporto di sangue al corpo. Senza un flusso sanguigno sufficiente tutte le principali funzioni del corpo vengono interrotte. È anche conosciuta come insufficienza cardiaca congestizia.

Alcune condizioni cardiache, come il restringimento delle arterie nel cuore (malattia coronarica) o l’ipertensione, lasciano gradualmente il cuore troppo debole o rigido per pompare il sangue correttamente.

L’insufficienza cardiaca può colpire il lato destro o sinistro del cuore o entrambi contemporaneamente, verificarsi come una condizione acuta (a breve termine) o cronica.

Sintomi

I sintomi dell’insufficienza cardiaca possono includere:

  • Mancanza di respiro durante l’attività fisica o quando si è sdraiati
  • Sensazione di stanchezza (affaticamento) e debolezza delle gambe durante l’attività fisica 
  • Gonfiore a gambe, addome, caviglie e piedi: quando i reni non filtrano abbastanza sangue, il corpo trattiene liquidi e acqua extra. Il liquido in eccesso nel corpo provoca gonfiore, edema e aumento di peso.
  • Battito cardiaco accelerato o irregolare
  • Ridotta capacità di esercizio
  • Tosse persistente o respiro sibilante, specialmente quando si è distesi e si hanno liquidi in eccesso nei polmoni
  • Aumento di peso improvviso da accumulo di liquidi
  • Nausea e mancanza di appetito
  • Vertigini, confusione, difficoltà di concentrazione, svenimento, perché il cuore non sta pompando abbastanza sangue ricco di ossigeno al cervello.

Quali sono le cause dell’insufficienza cardiaca?

Malattia coronarica (chiamata anche aterosclerosi coronarica o “indurimento delle arterie”): colpisce le arterie che portano sangue e ossigeno al cuore (arterie coronarie). Il normale rivestimento all’interno delle arterie si rompe, le pareti delle arterie diventano spesse e depositi di grasso e placca bloccano parzialmente il flusso sanguigno.

Nel tempo le arterie si restringono o si bloccano completamente, causando un infarto, che impedisce al cuore di pompare sangue a sufficienza per mantenere sani gli organi e i tessuti.

Ipertensione o alta pressione sanguigna: per pressione sanguigna si intende la forza del sangue che spinge contro le pareti dei vasi sanguigni (arterie). Se la pressione è alta, il cuore deve pompare più forte per spostare il sangue nel corpo. L’ipertensione può anche causare il restringimento delle arterie coronarie e portare alla malattia coronarica.

Cardiomiopatia: descrive il danno e l’allargamento del muscolo cardiaco non causati da problemi alle arterie coronarie o al flusso sanguigno. Può verificarsi per molte cause, tra cui virus, abuso di alcol o droghe, fumo, genetica e gravidanza (cardiomiopatia peripartum).

Infarto: si verifica quando un’arteria coronaria si blocca improvvisamente e il sangue non può fluire in tutte le aree del muscolo cardiaco. Il muscolo cardiaco viene danneggiato in modo permanente e le cellule muscolari possono morire.

Altre cause

  • Aritmia: ritmi cardiaci anormali, inclusa la fibrillazione atriale
  • Malattie renali
  • Obesità
  • Difetti cardiaci presenti alla nascita (cardiopatia congenita)
  • Diabete

Tipologie di insufficienza cardiaca

Quali sono i diversi tipi di insufficienza cardiaca?

Questo disturbo si può verificare nel lato sinistro o nel lato destro del cuore, ma è anche possibile che entrambi i lati del cuore ne siano interessati. Si riconoscono anche altri 2 tipi di insufficienza cardiaca: diastolica o sistolica, che possono verificarsi sul lato sinistro o destro del cuore.

Insufficienza cardiaca sinistra

È il tipo più comune di insufficienza cardiaca e si verifica quando il ventricolo sinistro non pompa in modo efficiente, impedendo così al corpo di ricevere abbastanza sangue ricco di ossigeno. Il sangue torna invece nei polmoni, causando mancanza di respiro e accumulo di liquidi.

Insufficienza cardiaca destra

Si verifica quando il lato destro del cuore non può svolgere il suo lavoro in modo efficace. Di solito è innescata dall’insufficienza cardiaca sinistra: l’accumulo di sangue nei polmoni fa lavorare di più il ventricolo destro.

L’insufficienza cardiaca destra può verificarsi anche a causa di altre condizioni, come le malattie polmonari.

Insufficienza cardiaca diastolica

Sopraggiunge quando il muscolo cardiaco diventa più rigido del normale. È anche conosciuta come disfunzione diastolica e provoca una mancanza di flusso sanguigno al resto degli organi del corpo.

L’insufficienza cardiaca diastolica è più comune nelle femmine che nei maschi.

Insufficienza cardiaca sistolica

Questo tipo si verifica quando il muscolo cardiaco perde la sua capacità di contrarsi, quindi di pompare il sangue ricco di ossigeno nel corpo. È nota anche come disfunzione sistolica e di solito si sviluppa quando il cuore è debole e ingrossato.

A differenza della precedente tipologia, l’insufficienza cardiaca sistolica è più comune nei maschi che nelle femmine.

Prevenzione

Per prevenire l’insufficienza cardiaca occorre controllare o eliminare molti dei fattori di rischio comuni alle malattie cardiache, cambiando quindi in parte o del tutto il proprio stile di vita:

  • Smettere di fumare
  • Controllare determinate condizioni, come l’ipertensione e il diabete
  • Rimanere fisicamente attivi
  • Seguire una dieta sana
  • Mantenere un peso sano

Ridurre e gestire lo stress

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: