Lipoproteina (a) e calcio coronarico: fattori di rischio

Prof. Enzo Manzato

Differenze tra la prevenzione primaria e secondaria

Quando si tratta di prevenzione cardiovascolare e di terapia ipolipidemizzante le scelte sono abbastanza precise e ben indirizzate dalle linee guida nel caso della prevenzione secondaria. In presenza di una patologia aterosclerotica è chiaro che lo scopo primo è fermarne la progressione e, se possibile, facilitarne la regressione: in entrambi i casi lo strumento unico consiste in una drastica riduzione del colesterolo delle LDL. Altrettanto non si può dire se si tratta di prevenzione primaria, perché in questo caso le scelte vanno fatte per una persona sana per la quale si prospettano anni di terapia farmacologica al fine di evitare un primo evento cardiovascolare. Le linee guida facilitano queste scelte facendo ricorso a carte del rischio, che dovrebbero permettere di stabilire quando sia giustificato sul piano del rapporto costo/beneficio iniziare una terapia farmacologica.

I parametri da valutare

Nella pratica clinica in prevenzione primaria restano tuttavia notevoli perplessità e molto spesso si cerca di fare ricorso a nuovi parametri per quantificare il rischio e quindi essere confortati nelle scelte. In questo scenario possono essere utili i risultati di un recente studio che ha valutato in soggetti sani quale sia il ruolo di Lp(a) e del calcio coronarico quali fattori indipendenti di rischio vascolare. Lp(a) è un parametro geneticamente determinato: può bastare una sola determinazione nella vita di un paziente, in quanto le sue variazioni (anche per effetto dei farmaci) sono per lo più modeste. Il calcio coronarico è un marcatore molto specifico di progressione di aterosclerosi.

Dura Lex sed Lex - Accesso riservato

Questa pagina è visualizzabile solo da personale medico…. La norma prescrive che vi sia un filtro per le pagine contenenti dati su cure, indicazioni terapeutiche o contenuti simili. Iscriviti gratuitamente oppure, se già iscritto effettua il log in per leggere il resto del contenuto. Se questo messaggio dovesse apparire anche dopo aver effettuato il login, sarà semplicemente necessario aggiornare la pagina e sarà completamente visibile