Raggiungere il Target LDL: quanti ostacoli?

Dott.ssa Marta Marziali, Cardiologo Ambulatoriale RM2, Roma.


Un uomo di 67 anni, cuoco di professione, affronta una battaglia contro l'ipertensione arteriosa, trattata da cinque anni con ACE inibitori a causa di una stenosi carotidea al 20%. Nonostante la gravità della sua condizione, non ha sottoposto a controlli ematici per cinque anni. Presentandosi in emergenza con un forte dolore toracico, gli viene diagnosticata una STEMI anteriore, accompagnata da livelli elevati di LDL (192). Alla dimissione, gli viene prescritta una terapia composta da ASA+Clopidogrel, Amlodipina 5mg, Ramipril 5mg, Atorvastatina 80mg ed Ezetemibe.

Dopo due mesi, a seguito di analisi cliniche, si decide di ridurre l'Atorvastatina a 40 mg per via di mialgie severe che compromettono la sua capacità lavorativa. Nonostante le sue perplessità, il paziente viene persuaso ad iniziare una terapia con PCSK9 in aggiunta all'Ezetemibe. Tuttavia, anche dopo tre mesi, il trattamento non raggiunge i livelli di colesterolo desiderati.

Dura Lex sed Lex - Accesso riservato

Questa pagina è visualizzabile solo da personale medico…. La norma prescrive che vi sia un filtro per le pagine contenenti dati su cure, indicazioni terapeutiche o contenuti simili. Iscriviti gratuitamente oppure, se già iscritto effettua il log in per leggere il resto del contenuto. Se questo messaggio dovesse apparire anche dopo aver effettuato il login, sarà semplicemente necessario aggiornare la pagina e sarà completamente visibile