Sarcoidosi: significato e definizione

image_pdf

La sarcoidosi è una malattia che attacca più spesso polmoni e linfonodi, ma può manifestarsi anche su cuore, pelle, occhi e altri organi. È una condizione rara caratterizzata dalla formazione di granulomi, ossia masse o noduli anomali costituiti da tessuti infiammati, che possono alterare la struttura e anche la funzione dell’organo colpito.

Non sono ancora note le cause della sarcoidosi, ma probabilmente è la risposta del sistema immunitario del corpo a una sostanza sconosciuta. Secondo alcuni studi potrebbero essere sostanze chimiche, polveri o agenti infettivi che scatenano una reazione anomala alle proteine del corpo.

Come si presenta la sarcoidosi – Immagine tratta da Wikipedia link

I sintomi della sarcoidosi

Dal momento che la malattia può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, i sintomi della sarcoidosi variano in base all’organo colpito.

Spesso i sintomi possono comparire improvvisamente, e scomparire entro pochi mesi, senza che la malattia colpisca di nuovo: in questo caso si parla di sarcoidosi acuta.

Sintomi nei polmoni

I polmoni sono gli organi che più di frequente vengono colpiti dalla sarcoidosi: le stime parlano del 90% circa delle volte. La malattia è denominata in questi casi sarcoidosi polmonare.

I sintomi nei polmoni si verificano come affanno e tosse secca persistente. Di rado dolore e disagio al petto.

Sintomi della pelle

Sulla pelle la sarcoidosi provoca lo sviluppo di dolorose e rosse o rosso-violacee protuberanze o chiazze (di solito situate sugli stinchi o sulle caviglie), ma anche eruzioni cutanee sulla parte superiore del corpo.

Inoltre piaghe su naso, guance e orecchie ed escrescenze sottocutanee (noduli), in particolare intorno a cicatrici.

Sintomi della sarcoidosi cardiaca

Quando la sarcoidosi colpisce il cuore, i sintomi includono:

  • Dolore al petto
  • Aritmia (battiti cardiaci irregolari)
  • Palpitazioni (battito cardiaco accelerato)
  • Dispnea (mancanza di respiro)
  • Sincope (svenimento)
  • Edema (gonfiore causato da liquidi in eccesso)
  • Affaticamento

Sintomi agli occhi

Quando la malattia colpisce gli occhi, potrebbero non manifestarsi sintomi. Tuttavia, quando appaiono possono includere:

  • Offuscamento della vista
  • Dolore agli occhi
  • Bruciore, prurito o secchezza degli occhi
  • Arrossamento intenso
  • Sensibilità alla luce

Fattori di rischio della sarcoidosi

La sarcoidosi è una malattia che può colpire chiunque, ma il rischio di contrarla può aumentare in base ad alcuni fattori:

  • Età e sesso: la sarcoidosi si manifesta spesso fra i 20 e i 60 anni. Le donne hanno una probabilità leggermente maggiore di svilupparla.
  • Etnia: le persone di origine africana e nordeuropea hanno una maggiore incidenza di sarcoidosi. Negli afroamericani ci sono maggiori probabilità che la sarcoidosi coinvolga altri organi insieme ai polmoni.
  • Ereditarietà: è molto probabile che la sarcoidosi possa colpire una persona se nella sua storia familiare qualcuno ha contratto la malattia.

Complicazione della sarcoidosi

  • Polmoni: se non trattata, la sarcoidosi polmonare può portare a fibrosi polmonare (cicatrici permanenti), rendendo difficile la respirazione e talvolta causando ipertensione polmonare.
  • Cuore: la sarcoidosi cardiaca provoca granulomi nel cuore che possono interrompere il ritmo cardiaco, il flusso sanguigno e la normale funzione cardiaca, portando, anche se raramente, alla morte.
  • Occhi: l’infiammazione può causare danni alla retina, fino ad arrivare alla cecità. Di rado può anche causare cataratta e glaucoma.
  • Reni: la malattia può influenzare il modo in cui il corpo gestisce il calcio, quindi potrebbe provocare lo sviluppo di calcoli renali e ridurre la funzione renale, che a sua volta, anche se di rado, può causare insufficienza renale.
  • Sistema nervoso: in una minoranza di persone si possono sviluppare problemi legati al sistema nervoso centrale quando si formano granulomi nel cervello e nel midollo spinale. Se l’infiammazione attacca i nervi facciali, può causare la paralisi facciale.

Diagnosi e trattamenti

Come diagnosticare la sarcoidosi? La diagnosi dipende dall’organo colpito dalla malattia. Nel caso di sintomi ai polmoni gli esami includono:

  • Radiografia del torace: scopre infiltrati polmonari o linfonodi ingrossati (linfoadenopatia).
  • Tomografia computerizzata ad alta risoluzione: è un esame più dettagliato del precedente.
  • Test di funzionalità polmonare (respirazione): misura il funzionamento dei polmoni.
  • Broncoscopia: ispeziona i bronchi e con una biopsia cerca granulomi e ottiene materiale per escludere l’infezione.

Altri esami possono essere:

  • Elettrocardiogramma: rileva problemi cardiaci e monitora lo stato del cuore.
  • Esame oculistico: verifica la presenza di problemi alla vista che possono essere causati dalla sarcoidosi.
  • Scansione con tomografia a emissione di positroni o risonanza magnetica: effettuate se la sarcoidosi interessa il cuore o il sistema nervoso centrale.

Trattamenti

Non esiste una cura per la sarcoidosi e spesso non sono necessari trattamenti specifici, perché la malattia scompare da sé entro pochi mesi o anni.Mentre per controllare eventuali riacutizzazioni sono sufficienti cambiamenti nello stile di vita e antidolorifici da banco.

Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: