Cosa succede dopo aver smesso di fumare?

image_pdfSalva in PDF

Ci si chiede mai cosa succeda dopo aver smesso di fumare? Cosa accade all’organismo?

Sappiamo che il fumo causa seri rischi per la salute, come una maggiore probabilità di malattie coronariche, cancro ai polmoni e ictus e che smettere di fumare faccia senz’altro bene alla salute, ma anche allo stile di vita:

  • Senso del gusto e dell’olfatto migliorati
  • Più fiato durante le attività fisiche
  • Assenza di odore di fumo di sigaretta sui capelli, sul respiro e sui vestiti
  • Meno ingiallimento di denti e unghie
  • Più soldi a disposizione

Tuttavia alcuni miglioramenti e benefici richiedono del tempo, anche se altri si verificano perfino entro pochi minuti.

Da 20 minuti ad alcune ore: cosa accade dopo aver smesso di fumare

Nei primi minuti valori della pressione sanguigna e le pulsazioni tornano alla normalità e mani e piedi raggiungono una temperatura abituale.

Si verifica anche un beneficio per i polmoni, perché le loro fibre, che esposte al fumo non si muovevano con efficacia, adesso tornano ai movimenti normale. Queste fibre aiutano a rimuovere sostanze irritanti e batteri dai polmoni, contribuendo a ridurre il rischio di infezione.

Fra le 8 e le 12 ore dopo l’ultima sigaretta il sangue contiene metà della quantità di nicotina e monossido di carbonio (sostanza chimica che elimina l’ossigeno nel sangue, causando problemi dai muscoli al cervello perché non ricevono l’ossigeno di cui hanno bisogno).

L’ossigeno finalmente può continuare a nutrire i tessuti e i vasi sanguigni come di consueto. Anche la frequenza cardiaca si riduce.

Il problema è che in questo periodo torna la voglia di fumare, anche se è una sensazione che dura alcuni minuti.

24 ore dopo aver smesso di fumare

Sembra incredibile, ma entro un giorno si riduce il rischio di infarto, sia perché si riduce la costrizione delle vene e delle arterie, sia perché aumentano i livelli di ossigeno al cuore. In più la quantità di nicotina nel sangue ha raggiunto quantità trascurabili.

Dopo 24 ore che hai smesso di fumare la pressione sanguigna inizia a scendere, diminuendo il rischio di malattie cardiache dovute all’ipertensione indotta dal fumo. 

48-72 ore dopo aver smesso di fumare

Si avvertono i miglioramenti del senso dell’olfatto e del gusto, perché stanno guarendo le terminazioni nervose di naso e lingua. I polmoni iniziano a ripulirsi, espellendo sporcizia e muco.

In questa fase la persona avverte stanchezza, ansia, fame, malumore, irritabilità e stordimento: sono i sintomi dell’astinenza, che peggioreranno prima di migliorare. È quindi importante continuare a rinunciare al fumo, per non vanificare gli sforzi finora compiuti.

Il lato più che positivo è che dopo 3 giorni dall’aver smesso di fumare i livelli di nicotina nel corpo sono esauriti.

Da 1 a 3 mesi senza fumare: cosa succede all’organismo?

Si sente avverte una maggiore energia complessiva. Sono anche diminuiti alcuni sintomi dovuti al fumo, come la congestione sinusale e la mancanza di respiro con l’attività fisica. Nelle donne può migliorare la fertilità e si riduce il rischio che il bambino nasca prematuramente.

Migliora anche il flusso sanguigno e si riduce ancor più il rischio di infarto.

Da 9 mesi a un anno senza fumare

Dopo 9 mesi senza aver fumato i polmoni sono migliorati e ci sono meno muco e catarro. Le vie aeree sono molto meno infiammate senza la costante esposizione al fumo di sigaretta e alle sostanze chimiche in esse contenute.

Un anno dopo aver smesso di fumare il rischio di malattie cardiache si dimezza e continuerà a scendere in futuro. I polmoni avranno notevoli miglioramenti in termini di capacità e funzionamento.

Smettere di fumare: 5 anni dopo

5 anni dopo aver smesso di fumare arterie e vasi sanguigni ricominciano ad allargarsi, quindi il sangue ha meno probabilità di coagularsi, riducendo il rischio di ictus. Si dimezza inoltre il rischio di morte per cancro ai polmoni, alla gola, all’esofago o alla vescica.

Smettere di fumare: ecco cosa succede all’organismo

Il fumo è un’abitudine dannosa che può provocare gravi complicazioni di salute e portare anche alla morte. Quando si smette di fumare, il corpo inizierà a guarire in modo naturale e riacquisterà la vitalità di prima.Alcuni miglioramenti e benefici, come abbiamo visto, sono lenti e occorre del tempo per notarli, ma ogni anno senza fumare riduce i rischi e migliora la salute generale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di profilazione. Continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookies esclusivamente per finalità statistiche. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi