Effetti dell’acido bempedoico su CRP, IL-6, fibrinogeno e lipoproteina(a) in pazienti con elevata hs-CRP

Sottoanalisi dello studio CLEAR harmony

1,2Nicola Ferri e 3Alberto Corsini

L'acido bempedoico, inibitore dell'ATP citrato liasi 1, riduce il colesterolo legato alle lipoproteine ​​a bassa densità (LDL-C) e il suo impatto sugli eventi cardiovascolari è stato recentemente studiato in pazienti ad alto rischio cardiovascolare che stavano ricevendo la terapia con la massima dose di statina tollerata e con livelli di LDL-C non a “target” 2. Analogamente alle statine, l'acido bempedoico riduce la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (hsCRP) di circa il 20-30% 3, rendendola una potenziale opzione terapeutica per pazienti ad alto rischio cardiovascolare che non raggiungono valori ideali di LDL-C 4. Come per le statine, i meccanismi alla base dei potenziali effetti antinfiammatori dell'acido bempedoico sono incerti. Sulla base di queste premesse recentemente sono stati pubblicati i dati relativi all'impatto dell'acido bempedoico sul fibrinogeno e sull'interleuchina-6 (IL-6), due importanti marker infiammatori, e le relazioni tra le variazioni associate all'acido bempedoico nei biomarcatori in pazienti arruolati nello studio CLEAR Harmony. L’analisi si è focalizzata sui pazienti con rischio infiammatorio residuo (hsCRP ≥2 mg/L) ed ha compreso anche la valutazione dell’effetto dell’acido bempedoico sulla lipoproteina (a) [Lp(a)] 5.

Lo studio CLEAR Harmony ha valutato il profilo di sicurezza e l’efficacia del trattamento a lungo termine con acido bempedoico in pazienti con ipercolesterolemia in trattamento con le dosi raccomandate secondo linee guida di statine 2. Lo studio ha arruolato pazienti con patologia cardiovascolare aterosclerotica e/o ipercolesterolemia familiare eterozigote, in terapia con la massima dose tollerata di statine. I pazienti sono stati randomizzati 2:1 ad acido bempedoico orale 180 mg una volta al giorno o placebo 2. Sono stati selezionati un totale di 817 soggetti (542 trattati con acido bempedoico e 275 in placebo) con valori di hsCRP al basale ≥2 mg/L. Le caratteristiche cliniche al basale erano simili tra i due gruppi di trattamento ed alla popolazione originale di pazienti CLEAR Harmony, ad eccezione dei livelli di hsCRP più elevati (Tabella 1).

Dura Lex sed Lex - Accesso riservato

Questa pagina è visualizzabile solo da personale medico…. La norma prescrive che vi sia un filtro per le pagine contenenti dati su cure, indicazioni terapeutiche o contenuti simili. Iscriviti gratuitamente oppure, se già iscritto effettua il log in per leggere il resto del contenuto. Se questo messaggio dovesse apparire anche dopo aver effettuato il login, sarà semplicemente necessario aggiornare la pagina e sarà completamente visibile