Tumori della pelle

image_pdf

tumori della pelle sono dovuti a una crescita fuori controllo di cellule anormali nell’epidermide, lo strato più esterno della pelle, causata da danni al DNA non riparati che innescano le mutazioni.

Mutazioni che portano a una rapida moltiplicazione delle cellule della pelle, formando tumori maligni.

I principali tumori cutanei sono:

  • Carcinoma basocellulare
  • Carcinoma a cellule squamose
  • Carcinoma a cellule di Merkel
  • Melanoma

Cause dei tumori della pelle

La principale causa dei tumori della pelle è provocata dalla luce ultravioletta, che danneggia il DNA nelle cellule della pelle.

La fonte primaria di luce UV è la luce solare, che contiene 3 tipi di luce UV:

  1. ultravioletto A (UVA), danneggiano, assieme agli UVB, la pelle nel tempo.
  2. ultravioletto B (UVB), forse causa principale del cancro della pelle non melanoma.
  3. ultravioletto C (UVC), filtrati dall’atmosfera terrestre.

Ma anche le luci ultraviolette di lampade solari e lettini abbronzanti aumentano il rischio di sviluppare tumori cutanei.

Le scottature ripetute, provocate dal sole o da luce artificiale renderanno la pelle più vulnerabile al tumore pelle non melanoma.

Il melanoma, invece, è una forma rara e molto aggressiva di cancro della pelle che si forma nei melanociti, le cellule che producono il pigmento chiamato melanina.

Come si formano i tumori cutanei

Abbiamo detto che i tumori della pelle nascono quando sovvengono mutazioni nel DNA delle cellule della pelle, che provocano una crescita incontrollata delle cellule portando alla formazione di una massa di cellule cancerose.

Le forme tumorali compaiono nello strato superiore della pelle, l’epidermide, lo strato sottile che fornisce una barriera protettiva delle cellule della pelle.

Nell’epidermide ci sono 3 tipi principali di cellule:

  1. Cellule squamose: si trovano appena sotto la superficie esterna e funzionano come rivestimento interno della pelle.
  2. Cellule basali: producono nuove cellule della pelle e si trovano sotto le cellule squamose.
  3. Melanociti: producono la melanina, il pigmento che dona alla pelle il suo colore normale, si trovano nella parte inferiore dell’epidermide. I melanociti producono più melanina quando il corpo è esposto al sole, per aiutare a proteggere gli strati più profondi della pelle.

Il tipo di tumore cutaneo, e il conseguente trattamento, dipende dal punto in cui si forma.

Carcinoma basocellulare

Conosciuto anche come carcinoma delle cellule basali o basalioma. Questo tumore della pelle consiste in escrescenze anormali e incontrollate che derivano dalle cellule basali della pelle nell’epidermide.

Si sviluppa maggiormente su aree della pelle esposte al sole, in particolare viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e schiena e è dovuto alla combinazione di un’esposizione intermittente e intensa e cumulativa a lungo termine alle radiazioni ultraviolette del sole.

Può essere trattato, se si interviene precocemente. Producono metastasi e molto raramente possono essere fatali.

Carcinoma a cellule squamose

È dovuto a una crescita incontrollata di cellule anormali derivanti dalle cellule squamose nell’epidermide.

Come nel basalioma, colpisce le aree del corpo esposte al sole (orecchie, viso, cuoio capelluto, collo, mani), dovuto anch’esso all’azione continua e prolungata delle radiazioni UV del sole o delle luci artificiali di lampade e lettini abbronzanti.

Trattamenti immediati si rilevano efficaci, ma se i sintomi sono trascurati, il carcinoma cresce e metastatizza rapidamente. Può essere letale.

Carcinoma a cellule di Merkel

È un tumore della pelle raro e aggressivo. Compare sotto forma di lesioni o noduli solidi e indolori su un’area del corpo esposta al sole (circa la metà delle volte sulla testa e sul collo e spesso sulle palpebre).

In genere è causato dal poliomavirus a cellule di Merkel e colpisce più spesso individui di pelle chiara di età superiore ai 50 anni.

Anche in questo caso è fondamentale intervenire in modo precoce, perché i carcinomi a cellule di Merkel sono ad alto rischio di recidiva e metastasi in tutto il corpo.

Melanoma

La radiazione ultravioletta (sia naturale sia artificiale) è il principale fattore ambientale che aumenta il rischio di sviluppare il melanoma.

Il rischio di melanoma aumenta con l’età. Quindi è più comune nelle persone anziane.

Il melanoma è la più pericolosa dei più comuni tumori della pelle, ma se trattata per tempo può essere curabile.

Cure e trattamenti dei tumori cutanei

La scelta del trattamento per il cancro della pelle dipende da vari fattori, quali le dimensioni, il tipo, la profondità e la posizione del tumore. I piccoli tumori della pelle potrebbero non richiedere un trattamento oltre a una biopsia cutanea iniziale che rimuove l’intera crescita.

  • Congelamento. Le cheratosi attiniche e alcuni piccoli tumori della pelle precoci vengono congelati con azoto liquido (criochirurgia). Il tessuto morto si stacca quando si scongela.
  • Chirurgia escissionale. Questo tipo di trattamento può essere indicato per qualsiasi tipo di cancro della pelle. Il medico asporta il tessuto canceroso e un margine circostante di pelle sana.
  • Chirurgia di Moh. Questa procedura è per i tumori della pelle più grandi o difficili da trattare. Durante l’intervento di Mohs, il medico rimuove la crescita della pelle strato dopo strato, esaminando ogni strato al microscopio, fino a quando non rimangono cellule anormali. Questa procedura consente di rimuovere le cellule cancerose senza prendere una quantità eccessiva di pelle sana circostante.
  • Curettage ed elettroessiccazione o crioterapia. Il medico rimuove gli strati di cellule tumorali con un dispositivo con una lama circolare (curetta). Un ago elettrico distrugge tutte le cellule tumorali rimanenti. In una variante di questa procedura, l’azoto liquido può essere utilizzato per congelare la base e i bordi dell’area trattata.
  • Radioterapia. Utilizza fasci di energia ad alta potenza, come i raggi X, per uccidere le cellule tumorali. È utilizzata quando il cancro non può essere completamente rimosso durante l’intervento chirurgico.
  • Chemioterapia. Si utilizzano farmaci per uccidere le cellule tumorali. Per i tumori limitati allo strato superiore della pelle si possono applicare creme o lozioni contenenti agenti antitumorali.
  • Terapia fotodinamica. Distrugge le cellule tumorali della pelle con una combinazione di luce laser e farmaci, che rendono le cellule tumorali sensibili alla luce.
  • Terapia biologica. Utilizza il sistema immunitario del corpo per uccidere le cellule tumorali.

Prevenzione dei tumori della pelle

Per la prevenzione dei tumori cutanei è opportuno seguire semplici abitudini e comportamenti:

  • Camminare o stare all’ombra, soprattutto tra le 10:00 e le 16:00.
  • Evitare scottature, abbronzatura e lettini abbronzanti.
  • Usare indumenti, tra cui un cappello a tesa larga e occhiali da sole con protezione dai raggi UV.
  • Usare una crema solare ad ampio spettro (UVA/UVB) con un SPF di 15 o superiore ogni giorno. Per prolungate attività all’aperto utilizzare una crema solare resistente all’acqua ad ampio spettro (UVA/UVB) con un SPF di 30 o superiore.
  • Applicare di nuovo la crema solare ogni 2 ore o dopo un bagno o una sudorazione eccessiva.
  • Tenere i neonati al riparo dal sole e usare la protezione solare sui bambini di età superiore ai sei mesi.
  • Esaminare la pelle dalla testa ai piedi ogni mese.
  • Consultare un dermatologo almeno una volta all’anno per un esame della pelle professionale.
Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: