Il rischio cardiovascolare residuo

Per rischio cardiovascolare residuo si intende il rischio di avere una malattia coronarica pur avendo normalizzato i valori di colesterolo.

È necessario tuttavia chiarire il concetto di normalità dei valori di colesterolo.
Il valore normale è un dato generale, e qual è il valore normale per un soggetto diverso da un altro?

Il rischio residuo dovrebbe essere modificato in una mancanza di raggiungimento dell’obiettivo terapeutico per il soggetto trattato.

È poi necessario tenere in considerazione anche tutti gli altri fattori patogenetici.

Il Professor Francesco Romeo è Professore di Cardiologia presso Unicamillus di Roma e Professore emerito di Cardiologia presso l’Università Tor Vergata di Roma.
Membro della SIC, ne è stato Presidente Nazionale.

clicca qui per vedere tutti i video di puntocuore