VII Congresso Nazionale SISMED


BOLOGNA, 16-18 NOVEMBRE 2018, ROYAL HOTEL CARLTON

PRESIDENTE ONORARIO
Claudio Borghi
PRESIDENTE DEL CONVEGNO
Gabriele Catena
COORDINATORE SCIENTIFICO
Giuseppe Gullace

EVENTO ECM 3293-240658

11,2 CREDITI ECM

 

 

Con il Patrocinio di:

  • Regione Emilia Romagna
  • Città di Bologna
  • Università degli Studi di Bologna “Alma Mater Studiorum”, Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche
  • ANMCO – Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri
  • FADOI – Società Scientifica di Medicina Interna
  • SIC – Società Italiana di Cardiologia
  • SIIA – Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Lega Italiana contro l’Ipertensione arteriosa
  • SIPREC – Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare

 

RAZIONALE

La ricerca medica sempre più raffinata, coniugata con l’aumento continuo di informazioni in tutti i campi della medicina,  spinge inesorabilmente verso una parcellizzazione della conoscenza, tanto più approfondita, quanto più frequentemente “scollegata” dal contesto clinico. Tutto ciò conduce ad un progressivo isolamento dei singoli specialisti e porta sempre più a confrontarsi nel proprio settore  di competenza specifica, e di  conseguenza a “parlare  fra  dotti”  con un frequente isolamento dagli altri colleghi e dallo stesso paziente. Non è possibile comprendere appieno un quadro patologico, scomponendo le singole espressioni della malattia. L’iper specializzazione, senza uno scambio continuo ed un confronto con altri specialisti, può portare a falsi risultati. La frammentazione dei saperi e la mancanza di comunicazione tra professionisti della salute si ripercuote inevitabilmente sui pazienti e sui loro Medici di Medicina Generale, che si trovano spesso a dover gestire informazioni frammentate, contraddittorie  o poco chiare.

Gli argomenti che si susseguiranno, andranno dalla valutazione interdisciplinare delle problematiche inerenti il paziente  (complesso) in terapia con anticoagulanti orali ( interventi mirati, dell’oftalmologo, dell’odontoiatra, del chirurgo e del medico di medicina generale), alla  gestione delle patologie respiratorie (acute e croniche).Troverà spazio la gestione (sempre più importante) della comunicazione tra medico e paziente, con le eventuali implicazioni di carattere medico-legale. Troveranno altresì la giusta collocazione le problematiche del paziente diabetico e/o dismetabolico (con un occhio anche alla prevenzione ed alla pratica dell’attività sportiva). Tra gli argomenti che vedranno ampia partecipazione e discussione, si segnala il ruolo del microbiota intestinale nelle malattie metaboliche e cardio vascolari (estremamente recente) della gestione della patologia aritmica (sia nell’adulto che nel giovane). Il tema dell’aderenza terapeutica (nelle malattie cardio-vasculo-respiratorie) e del trattamento ambulatoriale delle patologie immuno-infiammatorie (coniugate in chiave olistica).

DESCRIZIONE STUDIO OSSERVAZIONALE

Studio ERCAF (Efficacy of the Rhythm Control in Atrial Fibrillation patients): Efficacia della strategia di controllo del ritmo con farmaci antiaritmici in pazienti affetti da fibrillazione atriale

ERCAF study (Efficacy of the Rhythm Control in Atrial Fibrillation patients):e’ uno studio prospettico osservazionale real life (con dati derivanti dalla comune pratica clinica) multicentrico (vi partecipano più centri cardiologici italiani) finalizzato alla valutazione dell’efficacia della strategia di controllo del ritmo in pazienti affetti da fibrillazione atriale (FA)  parossistica e persistente. La durata prevista dell’arruolamento è di 1 anno e 6 mesi con un follow up totale di 3 anni

 

Qui sotto la Brochure del Congresso. In basso il link per il download del PDF